– MISSION: IMPOSSIBLE DEAD RECKONING – PARTE UNO | film | recensione


Clicca per votare questo film!
[Voti: 6 Media: 3.7]
Il nostro voto

Mission: Impossible Dead Reckoning – Parte Uno Recensione. La recensione del film “Mission: Impossible Dead Reckoning – Parte Uno” di Mirko Nottoli. Se non vi è ben chiaro il concetto di McGuffin, andatevi a vedere Mission: Impossible – Dead Reckoning. Un monumento al McGuffin, una gigantesca

Mission: Impossible Dead Reckoning - Parte Uno Recensione Poster

Mission: Impossible Dead Reckoning – Parte Uno Recensione Poster

supercazzola per non dire niente e giustificare tutto. C’è un’ “Entità” capace di governare i sistemi informatici dell’universo mondo, c’è una chiave divisa in due con la quale poter accedere all’ Entità. Ci sono quattro, cinque, dieci o cento gruppi di persone che si rincorrono in cerchio. Chi ha la chiave non sa cosa apre, chi sa cosa apre non ha la chiave, chi ha la chiave gliene manca comunque metà, chi sa cosa apre non sa dove si trova, chi sa dove si trova non ha il resto. Ho visto lei che bacia lui che bacia lei che bacia me. Questa storia del McGuffin si potrebbe dire per gran parte dei blockbuster contemporanei, dalla saga di Fast and Fourious agli Avengers, la sensazione è che Mission Impossible – Dead Reckoning la esibisca in modo più plateale e più consapevole, in maniera più divertente e divertita, dichiarando fin dal principio e beandosi del nulla che rappresenta. Punto primo: l’Entità. Punto secondo: tutti corrono dietro a tutti senza capire il perchè. Punto terzo: la tecnologia si è talmente sviluppata che per sconfiggerla occorre l’analogico. Non è chiaro che ci stanno prendendo per il culo? Ora bisogna decidere se sono loro che ridono di noi e se siamo noi a ridere con loro. Noi consigliamo la seconda, perchè è l’unico modo per mettersi comodi in poltrona con il cestone di pop corn big size e godersi appieno le due ore e quaranta dell’ultimo capitolo di Mission Impossible. Che a quanto pare, nonostante Tom Cruise abbia affermato di voler fare Ethan Hunt fino a 80 anni, è davvero l’ultimo e che solo per rimandare l’attesa l’hanno diviso in due (pertanto questo non è l’ultimo bensì il penultimo). Due ore e quaranta per permettere a Tom Cruise di saltare con la moto dal dirupo e poi stare mesi a menarcela che ha fatto lui il salto senza l’uso di controfigure. Due ore e quaranta per scorrazzare per le vie di Roma su una vecchia cinquecento truccata perchè non si può venire in Italia e non guidare un cinquecento. Due ore e quaranta per ribadire che Ethan Hunt tiene più alla vita dei suoi amici che alla sua e per questo, ogni tre per due, chiede a qualcuno “come stai?”. Due ore e quaranta in cui i concetti di verosimiglianza, plausibilità e logica sono sacrificati sull’altare dell’action fine a se stesso, come quando nel finale Tom Cruise scappa dal treno lanciandosi da un ponte col paracadute e poi fa chilometri di parapendio come se si fosse lanciato dalla cima dell’Everest. Due ore e quaranta per dirci che i sistemi informatici più all’avanguardia non possono comunque nulla contro le maschere di gomma di Cruise & Co. (a proposito, il macchinino che le fabbrica ce l’hanno solo loro?). Ma, soprattutto, due ore e quaranta in cui Tom Cruise vuol dimostrare di avere ancora vent’anni invece ne ha sessanta e, spiace dirlo, ma con gli occhietti semichiusi e la faccia tirata, si vedono tutti. Insieme a lui i soliti Simon Pegg e Ving Rhames, le tre bellone Rebecca Ferguson, Vanessa Kirby e Hayley Atwell e l’imbarazzante comparto dei cattivi composto, nell’ordine, da tal Esai Morales nei panni del fantomatico Gabriel, Shea Whigham una sorta di Michael Douglas scrauso e, il più cattivo di tutti, udite udite, Carey Elwes. Sì sì, proprio lui. Appuntamento per Mission Impossible: Dead Reckoning – parte seconda. (La recensione del film “Mission: Impossible Dead Reckoning – Parte Uno” è di Mirko Nottoli)

Una scena del film “Mission: Impossible Dead Reckoning – Parte Uno” di Christopher McQuarrie – Recensione Analisi critica

LA SCHEDA DEL FILM “MISSION: IMPOSSIBLE DEAD RECKONING – PARTE UNO(Mission: Impossible Dead Reckoning – Parte Uno)

Regista: Christopher McQuarrie – Cast: Tom Cruise, Rebecca Ferguson, Simon Pegg, Vanessa Kirby, Hayley Atwell, Pom Klementieff, Shea Whigham, Cary Elwes, Indira Varma, Mark Gatiss – Genere: Azione – Anno: 2023 – Paese: USA – Fotografia: Fraser Taggart – Sceneggiatura: Christopher McQuarrie – Durata: 2h 36 min – Distribuzione: Eagle Pictures – Data di uscita: 12 Luglio 2023 – Il sito ufficiale del film “Mission: Impossible Dead Reckoning – Parte Uno”

Trama: Mission: Impossible Dead Reckoning – Parte Uno, film diretto da Christopher McQuarrie, è il settimo capitolo della saga action Mission: Impossible. Tom Cruise torna ancora una volta a vestire i panni dell’intramontabile Ethan Hunt, specialista dello spionaggio ad altro rischio. Questa volta Ethan insieme alla sua squadra dell’IMF saranno alle prese con la sfida più pericolosa mai affrontata finora: il team dovrà riuscire a rintracciare e disinnescare una nuova e terribile arma…

MISSION: IMPOSSIBLE DEAD RECKONING – PARTE UNO – TRAILER

Lascia un Commento