– IO CAPITANO | film | recensione


Clicca per votare questo film!
[Voti: 6 Media: 3.2]
Il nostro voto

Io Capitano Recensione. La recensione del film “Io Capitano” a cura di Claudio Montatori. Seydou vuole partire, raggiungere l’Europa e lo confida a sua madre che lo rimprovera aspramente, troppi morti, nel deserto, nel mare, troppi morti.

Io Capitano Recensione Poster

Io Capitano Recensione Poster

Ma Seydou (Seydou Sarr) e Moussa (Moustapha Fall), il suo amico del cuore, quello più deciso a partire, due sedicenni, vogliono lasciare Dakar, la capitale del Senegal, non tanto per le loro condizioni socio economiche, quanto perché spinti dal sogno di diventare rapper famosi a cui un giorno i bianchi chiederanno gli autografi. Ma soprattutto per l’innato bisogno di affrontare l’ignoto per realizzare i propri sogni, e perché “fatti non foste…” con tutto quel che segue. Dunque i due partono. Insieme ad altri migranti affronteranno il deserto, La Libia, il mare. Conosceranno l’orrore, la violenza, la morte e ogni tipo di disagio, ma anche il rispetto per se stessi e gli altri. Il segreto che rende irresistibile questo film è che tutto quanto è narrato dal punto di vista di due adolescenti che ci prendono per mano e per due ore ci conducono attraverso il dramma epocale della migrazione che il mondo sta vivendo e di cui tutti conosciamo le conseguenze, perché le vediamo in tv, sui social o leggiamo sui giornali, ma che attraverso il film ora ci sembra di condividere coi protagonisti. Tutto questo grazie anche alla magnifica prova dei due giovani attori non professionisti che ben diretti dal regista ci comunicano le loro emozioni, gli entusiasmi, le paure, il dolore, la tenacia e un grido liberatorio: io capitano! Come sempre sarà poi il tempo a decidere se il film di Matteo Garrone possa candidarsi ad entrare a far parte dell’elenco (ammesso che ne esista uno) dei capolavori del cinema italiano e internazionale. Di certo ne possiede i requisiti, per la bellezza delle immagini (la fotografia è di Paolo Carnera) per la misura con cui la poesia, il sogno, la favola e perfino l’avventura stanno insieme al dramma e alla tragedia, in un perfetto equilibrio narrativo (l’ottimo montaggio è di Marco Spoletini) degno di Omero, come in molti hanno detto, o di Collodi come lo stesso Garrone ha suggerito accostando i due protagonisti Seydou e Moussa a Pinocchio e Lucignolo e riferendosi al suo film, Pinocchio appunto. Alla Mostra del Cinema di Venezia intanto il film, il regista e gli attori hanno ricevuto le ovazioni del pubblico, il Leone d’argento alla regia e il premio Mastroianni per il protagonista principale Seydou Sarr. Ora il film è in viaggio per Los Angeles dove si spera possa incontrare lo zio Oscar. A parte tutto, Io Capitano è un film da non perdere, un motivo davvero valido per correre al cinema. (La recensione del film “Io Capitano” è a cura di Claudio Montatori)

Io Capitano Recensione
Una scena del film di “Io Capitano” di Matteo Garrone – Recensione

LA SCHEDA DEL FILM “IO CAPITANO(Io Capitano)

Regista: Matteo Garrone – Cast: Seydou Sarr, Moustapha Fall, Issaka Sawagodo, Hichem Yacoubi, Doodu Sagna, Khady Sy, Venus Gueye, Oumar Diaw, Joe Lassana, Mamadou Sani, Bamar Kane, Beatrice Gnonko – Genere: Drammatico – Anno: 2023 – Paese: Italia, Belgio – Fotografia: Paolo Carnera – Sceneggiatura: Matteo Garrone, Massimo Gaudioso, Massimo Ceccherini, Andrea Tagliaferri – Durata: 2h 1 min – Distribuzione: 01 Distribution – Data di uscita: 7 Settembre 2023 – Il sito ufficiale del film “Io Capitano” di Matteo Garrone

Trama: Io Capitano, film diretto da Matteo Garrone, racconta la storia di due giovani Seydou e Moussa (Seydou Sarr e Moustapha Fall), che partono da Dakar, in Senegal, per affrontare un lungo viaggio per raggiungere l’Europa. La loro diventa un’odissea nel mondo contemporaneo, che li porta ad attraversare il deserto e le sue mille insidie, i pericoli del mare aperto e lo stesso essere umano, pieno di ambiguità e ipocrisia…

IO CAPITANO – TRAILER

Lascia un Commento