– FUORIGIOCO – UNA STORIA DI VITA E DI SPORT recensione


Clicca per votare questo film!
[Voti: 3 Media: 1.3]
Il nostro voto

Fuorigioco Una storia di vita e di sport Recensione. La recensione del film “Fuorigioco Una storia di vita e di sport” di Mirko Nottoli. Diceva Hitchcock che per fare un buon film servono tre cose: la sceneggiatura, la sceneggiatura e la sceneggiatura. E allora come è possibile

Fuorigioco – Una Storia Di Vita E Di Sport Recensione Locandina

Fuorigioco – Una Storia Di Vita E Di Sport Recensione Locandina

che con una sceneggiaura che ripercorre una storia come quella di Beppe Signori, ex-stella della Lazio e del Bologna, finito in una brutta indagine sul calcio scommesse da cui, dopo dieci lunghissimi anni di processo, di traversie e di infamie, a causa delle quali è stato radiato dalla Figc, impossibilitato a lavorare, additato come un delinquente, un antisportivo, un disonesto, ne è oggi uscito pulito, innocente, assolto con formula piena perchè il fatto non sussiste, avendo rifiutato il patteggiamento per far emergere la verità anche a patto di allungare ulteriormente i tempi della giustizia e con essi le depressioni, i dispiaceri, le difficoltà, famigliari, personali, professionali, economiche, un calvario che sembrava infinito da cui è rimerso riabilitato anche in ambito sportivo, potendo oggi ritornare all vita sognando addirittura di poter diventare allenatore, anche se gli anni sono già 54, come è possibile, dunque, con una sceneggiatura come questa realizzare un film come Fuorigioco? E’ possibile perchè Hitchcock ha detto anche un mare di fregnacce e se non possiedi buon gusto, se infili dei ralenty a casaccio solo perchè sei convinto che basti un rallenty per drammatizzare una scena, se realizzi delle ricostruzioni filmate come neanche a Chi l’ha visto, col povero Beppe che in bianco e nero si rotola sul divano con le mani nei capelli, se monti il film alla cieca con le due linee narrative, quella che segue la carriera del calciatore e quella che segue la disavventura giudziaria, che si intersecano e si interrompono di continuo senza il minimo straccio di logica, se ci sbatti dentro delle interviste a random o se c’è un presunto narratore esterno che appare quando capita a pronunaciare con troppa enfasi frasi scollegate dal contesto, beh allora anche la sceneggiatura migliore dell’universo non potrà evitarti dal confezionare una enorme ciofeca. Scritto e diretto da Pier Paolo Paganelli e prodotto dalla bolognese Genoma Films, Fuorigioco, uscito in contemporanea con il libro omonimo, è stato presentato in anteprima al Biografilm Festival alla presenza di un emozionatissimo e commosso Beppe Signori che a Bologna continua, giustamente, ad essere venerato come un dio (tra Baggio e Signori chi scrive non ha dubbi su chi scegliere: Beppe tutta la vita). Più che sullo schermo lo spettacolo si è svolto fuori, con l’intera sala che a fine proiezione si è alzata in piedi a inneggiare e appludire il giocatore intonandogli il coro di quando a suon di gol faceve esplodere ogni domenica lo stadio Dall’Ara: “prendi il palo la traversa Beppe Gol Beppe Gol, tira giù la porta tira giù la porta facci un gol facci un gol”. Beppe, voto: 10. Film, voto: 3 (La recensione del film “Fuorigioco Una storia di vita e di sport” è di Mirko Nottoli)

Una scena del film “Fuorigioco – Una storia di vita e di sport” di Pier Paolo Paganelli – Recensione

LA SCHEDA DEL FILM “FUORIGIOCO – UNA STORIA DI VITA E DI SPORT” (Fuorigioco – Una storia di vita e di sport)

Regista: Pier Paolo Paganelli – Genere: Documentario – Anno: 2022 – Paese: Italia – Durata: 1h 27 min – Distribuzione: Genoma Films – Data di uscita: 1 Luglio 2022

Trama: Fuorigioco racconta la vita di Giuseppe Signori, ma soprattutto gli anni vissuti all’ombra dell’infamia e del sospetto. Un percorso sportivo distrutto per un’accusa che si è rivelata priva di prove. La forza di un uomo che, dopo esser stato radiato dal calcio perdendo contratti televisivi e la possibilità di allenare, rifiuta la prescrizione delle accuse e allunga i tempi processuali per cominciare la sua battaglia: essere proclamato innocente…

FUORIGIOCO – UNA STORIA DI VITA E DI SPORT – TRAILER

Lascia un Commento