DETOUR di Edgar G. Ulmer (Capolavori)


Clicca per votare questo film!
[Voti: 1 Media: 5]

Lo sconosciuto che gli ha dato un passaggio in macchina muore improvvisamente, ma Al Roberts (Neal), per paura della polizia, nasconde il cadavere e continua il viaggio coi documenti e i soldi del morto.

Detour di Edgar G. Ulmer Locandina

Detour di Edgar G. Ulmer Locandina

Una donna incontrata per caso, Vera (Savage), lo smaschera e lo coinvolge in un ricatto: Al accetta, poi si pente e nella discussione uccide involontariamente la donna. Ossessionato dai due cadaveri, Al fugge, convinto che il destino non potrà che fargli pagare i suoi comportamenti..

Idea Centrale

Un allucinato apologo sull’assurdo e sul caso.

Analisi

Prodotto dalla Prc e definito “il film di serie B più famoso del mondo”, Detour utilizza gli schemi del noir per innovarli profondamente, rovesciandone la logica narrativa. Struttutato come un lungo flashback raccontato con la tecnica del monologo interiore, il film è tutto costruito sul (vano) tentativo di dominare una catena di eventi completamente irrazionali, che fanno precipitare il protagonista in una serie continua di incongruenze, mirabilmente esemplificate nella scena in cui tirando attraverso una porta il filo del telefono per impedire a Vera di denunciarlo, Al non si accorge di strozzarla (filmato con un lungo piano sequenza di sei minuti). In questo modo lo sviluppo della storia (il viaggio verso la California per incontrare la fidanzata) si trasforma in un incubo che porta Al sempre più lontano dai suoi obiettivi romantici via via che egli si avvicina a Hoolywood e che fa di Detour “un misconosciuto capolavoro dell’assurdo, capace di rivaleggiare persino con i lavori di Kafka nella sua determinazione a spogliare la vita di logica e stabilità.

Note e Curiosità

Definito anche il “B-movie più caro di tutti i tempi”, il film costò all’epoca 20.000 dollari. Girato incredibilmente in soli sei giorni. (Dal “Mereghetti – Dizionario dei film ed. 2002”) (Dal “Mereghetti – Dizionario dei Film Ed. 2002”)

LA SCHEDA DI DETOUR (Detour)

Regista: Edgar G. Ulmer – Cast: Claudia Drake, Tom Neal, Tim Ryan, Ann Savage – Fotografia: Benjamin H. Kline – Sceneggiatura: Martin Goldsmith – Musica: Leo Erdody – Genere: Noir – Anno: 1945 – Paese: USA – Durata: 1h 5 min – Distribuzione: Pantmedia – Data di uscita: 16 novembre 1945 (USA)

Lascia un Commento