– UNA STORIA VERA recensione capolavoro


Clicca per votare questo film!
[Voti: 6 Media: 5]

“Una Storia Vera” Recensione. Nell’estate del 1994 a Laurens, piccolo centro agricolo dell’Iowa, Alvin Straight, 73 anni, vive con la figlia Rose, leggermente ritardata. Anche Alvin non sta tanto bene, il medico gli consiglia esami e medicine che lui però rifiuta. In una quotidianità un po’ statica, arriva la notizia che Lyle, fratello di

Una Storia Vera Recensione Poster

Una Storia Vera Recensione Poster

Alvin, ha avuto un infarto. Alvin e Lyle non si vedono da dieci anni a motivo di vecchi rancori reciproci. Ma ora Alvin sente il bisogno di rivedere il fratello per riconciliarsi con lui. Deciso ad andare a casa di lui, e non avendo la patente, sceglie un vecchio tosaerbe e, alla velocità di 5 miglia all’ora, si dirige verso Zion, nel Wisconsin, a 317 miglia di distanza. Il viaggio è punteggiato da varie circostanze. Incontrata una ragazza che fa l’autostop, parla con lei delle emozioni provate quando sono nati i suoi figli. Dopo cinque settimane, il tosaerbe si ferma per problemi meccanici. Allora Alvin trova aiuto presso una famiglia del luogo che lo accoglie con calore. Invitato a proseguire in macchina, rifiuta, torna sulla strada…

Idea Centrale

Una meditazione sulla morte, sulla memoria, il passato e la famiglia.

Recensione

Il viaggio che Alvin intraprende lo fa da solo, su una lenta motofalciatrice, perchè non ha la patente: ed è in questo paradosso (prendersela comoda quando il tempo, data l’età stringe) e in questa pacatezza che Lynch trova un nuovo sguardo, senza rinunciare alla sua poetica dello stupore di fronte alle grandi ed alle piccole cose della vita. Un Storia Vera è infatti anche un grande film sul paesaggio, la frontiera, l’America più bella e più umana, popolata da personaggi incredibilmente pudichi e calorosi. Ispirato da una storia vera, scritta ma Mary Sweeney (anche montatrice e co-produttrice) e Neal Edelstein, un film pieno di emozioni, assolutamente lynchiano nel suo essere quietamente attonito, e insieme un antidoto alla superficialità del cinema attuale.

Note e Curiosità

La fotografia è del veterano Freddy Francis, la musica di Angelo Badalamenti. Il titolo italiano “Una Storia Vera” perde il gioco dell’originale “La Storia di Straight”, ma anche “la storia semplice, onesta, diretta”. (La Recensione del film “Alba tragica” di Marcel Carnè è tratta da “Il Mereghetti – Dizionario dei Film ed. 2002” di Paolo Mereghetti)

Il Film “Una Storia Vera” di David Lynch è disponibile in Streaming su

Una scena del film de “Una Storia Vera” di David Lynch – Recensione / Analisi

LA SCHEDA DEL FILM “UNA STORIA VERA” (A Straight Story)

Regista: David Lynch – Cast: Richard Farnsworth, Harry Dean Stanton, Sissy Spacek, John Farley, Kevin Farley, Everett McGill – Fotografia: Freddie Francis – Sceneggiatura: Mary Sweeney, John Roach – Musica: Angelo Badalamenti – Genere: Drammatico – Anno: 1999 – Paese: USA – Durata: 1h 51 min. – Distribuzione: Bim – Columbia Tristar Films Italia – La scheda del film “Una Storia Vera” di David Lynch su Wikipedia

UNA STORIA VERA DI DAVID LYNCH – TRAILER

Lascia un Commento