THE BLUES BROTHERS (Capolavori)


Clicca per votare questo film!
[Voti: 4 Media: 5]

In una Chicago dei primi anni ottanta, Jake “Joliet” Blues (John Belushi), esce di prigione dopo tre anni e ad attenderlo fuori dal cancello del carcere c’è suo fratello Elwood (Dan Aykroyd). Per prima

The Blues Brothers Locandina e Recensione

The Blues Brothers Locandina e Recensione

cosa, i due vanno a trovare Suor Mary “Pinguina” Stigmata, la madre superiore dell’orfanotrofio cattolico dove sono cresciuti. Suor Mary, chiede aiuto ai fratelli Blues poiché ha ricevuto una lettera dell’Ufficio delle Tasse che chiede 5.000 dollari di arretrati. I due fratelli allora, vanno a cercare ispirazione presso la chiesa del Reverendo Cleophus James (James Brown) e qui, gli giunge dall’alto un’illuminazione su come risolvere i problemi economici della Pinguina: riunire tutti i vecchi componenti della loro band musicale. Si trovano così in una serie di situazioni incredibili e paradossali, in cui i fratelli Blues finiscono per incontrare i personaggi più eccentrici di Chicago e dintorni, come per esempio una signora di nome Murhpy (Aretha Franklin) che cucina pollo e pane bianco tostato o un venditore di strumenti musicali cieco che si chiama Ray (Ray Charles). Tutto questo, sempre mentre vengono inseguiti o tenuti sotto controllo da agenti di polizia, cantanti country, nazisti dell’Illinois, e chiunque sia stato truffato o maltratto da “La Banda”. Infatti, con la giustificazione “Siamo in missione per conto di Dio” Jake, Elwood e i loro compagni commettono una serie di truffe e furti fino a giungere davanti a un improbabile impiegato statale. In questa avventura strampalata le azioni dei due combina guai saranno caratterizzate da alcuni fattori fondamentali: la meravigliosa musica della colonna sonora, il coro di “Minnie The Moocher” e la presenza costante della “Donna del Mistero” (Carrie Fisher), a cui Jake rivolgerà un monologo che farà la storia…

Idea Centrale

Il primo kolossal comico-musicale della storia del cinema (costato 30 milioni di dollari nel 1980). Un monumento inossidabile della comicità demenziale (è il capolavoro di Landis, Belushi e Aykroyd che firma il film come cosceneggiatore). Un grande tributo bianco alla cultura musicale nera (indimenticabile Aretha Franklin in pantofole che si esibisce in “Respect”.

Analisi

Perfettamente in sintonia con lo spirito ribellistico e irriverente dei tempi, il film di Landis si è trasformato quasi immediatamente (anche per la presenza sulfurea di Belushi) in un fenomeno di costume, un canone di eleganza (occhiali Rayban modello Wayfarer, cravatte lunghe e strette, cappello e vestito rigorosamente neri), un inno alla musica blues e una pietra miliare della comicità demenziale. L’inseguimento fra le strade di Chicago è autenticamente epico.

Note e Curiosità

Una lista infinita di partecipazioni straordinarie: James Brown fa il predicatore, Steven Spielberg l’impiegato delle imposte, il regista Frank Oz l’ufficiale del penitenziario che restituisce gli affetti personali, Twiggy la signora elegante, John Landis l’ufficiale di polizia La Fong, Ray Charles il venditore di strumenti musicali, Aretha Franklin balla e canta in pantofole e Cab Calloway refà se stesso cantando Minnie the Moocher. Assolutamente geniale.

LA SCHEDA DI THE BLUES BROTHERS (The Blues Brothers)

Regista: John Landis – Cast: John Belushi, Dan Aykroyd, James Brown, Cab Calloway, Ray Charles, Aretha Franklin, Steve Cropper, Donald Dunn, Murphy Dunne, Willie Hall, Tom Malone, Lou Marini, Matt Murphy, Alan Rubin, Carrie Fisher, Henry Gibson, John Candy, Kathleen Freeman, Steve Lawrence, Twiggy Lawson, Frank Oz, Jeff Morris, Charles Napier, Steven Williams, John Landis, Steven Spielberg – Fotografia: Stephen M. Katz – Sceneggiatura: John Landis, Dan Aykroyd – Musica: Ira Newborn (sup.), Elmer Bernstein, AA. VV. – Genere: Comico – Anno: 1980 – Paese: USA – Durata: 2h 23 min – Distribuzione: Universal Pictures – Data di uscita: 20 giugno 2012 (Italia)

Lascia un Commento