– OPERAZIONE MINCEMEAT recensione


Clicca per votare questo film!
[Voti: 2 Media: 3]
Il nostro voto

Operazione Mincemeat Recensione. La recensione del film “Operazione Mincemeat” di Mirko Nottoli. Non potevano certo prevederlo i produttori di Operazione Mincemeat quando la misero in cantiere che la pellicola, all’uscita

Operazione Mincemeat Recensione Locandina

Operazione Mincemeat Recensione Locandina

nelle sale, sarebbe diventata da classico film storico, passibile di critiche di anacronismo, a film di strettissima attualità. Impossibile infatti guardarlo senza sovrapporgli le immagini e le notizie che ci giungono quotidianamente dai telegiornali, impossibile non sovrapporre alle facce e ai nomi di ieri, le facce e i nomi di oggi, impossibile non ricollegare ogni parola detta e non detta sulla Seconda Guerra Mondiale a quanto sta accadendo in questo preciso momento in Ucraina. Si parla di una delle più importanti azioni di depistaggio (non l’unica e non la più importante) messa in atto dai servizi segreti britannici, l’operazione Mincemeat appunto (“carne tritata” in italiano), che si rivelò fondamentale ai fini degli esiti del conflitto bellico e immediatamente ci rimbombano nelle orecchie le accuse reciproche di fakenews, l’informazione e la controinformazione, la propaganda di guerra e la censura, Bucha e Toni Capuozzo. Non certo un merito del film, più che altro una sinistra, inimmaginabile, coincidenza. Perchè al di là di questo, Operazione Mincemeat, diretto da John Madden, è davvero poca cosa, incentrato su di una vicenda esile e improbabile (almeno nei termini in cui ci viene presentata), esile soprattutto se deve sostenere da sola oltre due ore di sceneggiatura. In soldoni: per convincere Hitler che l’esercito alleato sarebbe sbarcato in Grecia e non in Sicilia, fanno trovare ai tedeschi un cadavere di un soldato inglese con in tasca dei dispacci falsi. E Hitler ci casca. Punto. Fine del film. E serve a poco il tentativo di rimpolpare la trama con alcune sottotrame che se ne vanno un po’ per i fatti loro e finiscono per non  aggiungere nulla di rilevante all’economia del racconto. Tra di esse: un confuso triangolo d’amore abortito tra un Colin Firth sempre più vecchio, il buon Matthew Macfayden e la Kelly Macdonald di Trainspotting, l’indecisa presenza di Mark Gatliss ormai specializzato nel ruolo del fratello, meglio se perditempo, e l’idea non comprovata che se una storia è ben romanzata allora può diventare più vera del vero – tanto che nella messa in scena dell’inganno di cui sopra viene coinvolto anche Ian Fleming, il futuro inventore di 007, che bello se ne sta, mentre i soldati muoiono, a fumare e a battere, concentrato, sui tasti della macchina da scrivere – postulato tanto affascinante quanto rischioso perchè se al contrario la storia non è ben romanzata, ed è questo il caso, tutto l’impianto teorico va a farsi benedire. Operazione Mincemeat ci lascia, comunque, un insegnamento. Anzi due. Il primo è che, anche in guerra, intelligenza, ingegno e astuzia, contano più della forza bruta. Il secondo è che la differenza tra una dittatura e una democrazia è che la dittatura non dà alcun valore alla vita, mentre la democrazia, anche a distanza di anni, sa dare valore alla vita anche di un morto. Ed è questo il motivo per cui le dittature non vinceranno mai. (La recensione del film “Operazione Mincemeat” è di Mirko Nottoli)

Una scena del film “Operazione Mincemeat” di John Madden – Recensione

LA SCHEDA DEL FILM “OPERAZIONE MINCEMEAT” (Operation Mincemeat)

Regista: John Madden – Cast: Colin Firth, Kelly Macdonald, Matthew Macfadyen, Johnny Flynn, Paul Ritter, Tom Wilkinson, Hattie Morahan, Penelope Wilton, Mark Gatiss, Simon Russell Beale, Jason Isaacs, Lorne MacFadyen, Alex Jennings, Rufus Wright – Genere: Drammatico – Anno: 2022 – Paese: USA – Scenaggiatura: Michelle Ashford – Fotografia: Sebastian Blenkov – Durata: 2h 8 min. – Distribuzione: Warner Bros. Italia – Data di uscita: 12 Maggio 2022 – Il sito ufficiale del film “Operazione Mincemeat”

Trama: Operazione Mincemeat, film diretto da John Madden, racconta gli eventi legati all’omonimo piano condotto nella primavera del 1943 durante la Seconda guerra mondiale dai servizi anglo-americani con lo scopo di depistare l’esercito nazista. Gli Alleati sono pronti a sbarcare in Europa, precisamente in Sicilia, per combattere l’armata tedesca, ma si trovano di fronte un arduo compito: proteggere le loro forze dal fuoco nazista ed evitare così quello che sarebbe un massacro certo. Per scongiurare la disfatta, due ufficiali dell’Intelligence alleata, Ewen Montagu (Colin Firth) e Charles Cholmondeley (Matthew Macfadyen), escogitano una strategia, mettendo in circolazione false informazioni sullo sbarco delle truppe. Questa strategia della disinformazione ruota intorno a uno degli agenti segreti meno sospettabile tra tutti, perché già morto. Ma questo inganno si rivelerà un reale vantaggio per gli Alleati?

OPERAZIONE MINCEMEAT – TRAILER

Lascia un Commento