La recensione del film Venom La furia di Carnage

.       .

Vai ai contenuti

FILM > RECENSIONI

VENOM LA FURIA DI CARNAGE - RECENSIONE

Venom La furia di Carnage recensione
Recensione

di Mirko Nottoli
[Venom La furia di Carnage recensione] - Diciamolo subito: la parte migliore di Venom la furia di Carnage arriva dopo i titoli di coda facendoci gi pregustare possibili e intriganti sviluppi futuri, perch tanto l che si voleva arrivare. Il resto l'ABC del cinema di supereroi: c' un supereroe buono, seppur anomalo considerato che non vuole fare altro che staccare a morsi le teste di esseri umani innocenti per mangiarsele (ma poi si acquieta, in virt di un politicamente scorretto all'acqua di rose), c' un supereroe cattivo, che una versione uguale e contraria al supereroe buono e per questo vuole ucciderlo, e alla fine c' lo scontro tra il supereroe buono e il supereroe cattivo e lasciamo indovinare a voi chi vince. Punto. Regia di Andy Serkis che probabilmente non ne poteva pi di recitare con addosso tutine attillate piene di sensori di fronte ad uno schermo verde. Attori un po' sprecati ma con tutta l'aria di divertirsi un sacco: Tom Hardy sembra un tarantolato perennemente in overacting, Woody Harrelson quando c' da proporsi nel ruolo di cazzone non si tira mai indietro (con loro anche Michelle Williams che torna dopo il primo capitolo e Naomie Harris) . Di Hardy anche il soggetto per il quale, ci viene da dire, non deve essersi spremuto le meningi pi di tanto. L'aspetto pi positivo che nessuno pare prendersi mai sul serio per pi di un nanosecondo creando un mood a cui lo spettatore si adegua con nonchalance. Nessuna complicanza, nessun dissidio interiore, nessuna introspezione, nessun psicologismo spicciolo, nessun dilemma morale da risolvere, nessun massimo sistema su cui disquisire. Venom la furia di Carnage intrattenimento allo stato puro con la parte action e la parte comica a contendersi fifty fifty la scena. L' equilibrio narrativo talvolta traballa ma sarebbe come pretendere logica da un avvinazzato. Il che per un'ora e mezza va bene, al novantunesimo minuto cominciano gli sbadigli. Perch si sa, anche la leggerezza pu diventare insostenibile. (La recensione del film "Venom La furia di Carnage" è di Mirko Nottoli)
- Vai all'archivio delle recensioni
- Lascia un commento, la critica o la tua recensione del film "Venom La furia di Carnage":




Torna ai contenuti | Torna al menu