Cinema4Stelle

.       .

Vai ai contenuti

FILM > RECENSIONI

QUASI AMICI - RECENSIONE
quasi amici recensione
Recensione

quasi amici recensione
Philippe (Francois Cluzet) Ŕ completamente paralizzato a causa di un brutto incidente con il parapendio. Philippe Ŕ ricco, con gusti ed interessi sofisticati e per la sua condizione di tetraplegico Ŕ attorniato da persone che lo accudiscono, gli curano gli affari, tra questi il giovane di colore Driss (Omar Sy). Driss sembra quasi una nota stonata a fianco dell'aristocratico Philippe. Il giovane Ŕ di umilissima estrazione sociale, con problemi giudiziari ed Ŕ di un'esuberanza travolgente, Ŕ il caso di dire senza remore. Ed Ŕ proprio su questo dualismo dei contrari che Olivier Nakache ed Eric Toledano, registi, sceneggiatori ed attori francesi ormai indissolubili professionalmente, strutturano questa commedia fragrante e sincera, il cui soggetto Ŕ tratto dalla storia di vita di Philippe Pozzo di Borgo. Ne viene fuori un film onesto, divertente pur trattando un soggetto drammatico, insomma un ottimo compromesso tra commedia ed emozione. La stravagante esuberanza di Driss spiazza tutti coloro che circondano il compassato Philippe che invece pian piano Ŕ conquistato da questo vento improvviso di vitalitÓ fuori le righe, quasi cavernicola, dirompente. Lo slancio vitale del giovane Driss Ŕ carico di onestÓ umana, ed Ŕ questa onestÓ che alla fine riesce a convincere non solo Philippe ma anche chi, all'inizio, lo giudicava fuori posto. L'alchimia perfetta che s'instaura tra i due riesce a proporre un quadro autentico di solidarietÓ condivisa che si suggella in una complicitÓ dal sapore forte ed intoccabile. "Quasi amici" Ŕ un film che commuove sobriamente e convince nel suo messaggio di un'umanitÓ schietta e disincantata, messaggio mediato grazie ad una sceneggiatura e regia ben orchestrate che sanno proporre il ricco ed il povero, l'invalido e lo sportivo, l'esteta ed il profano, conciliando questi opposti, alla fine facce della stessa medaglia. Ottima interpretazione di Omar Sy che affianca un bravissimo Francois Cluzet. (La recensione del film "Quasi amici" è di Rosalinda Gaudiano)
- Vai all'archivio delle recensioni
- Lascia un commento o la tua recensione del film "Quasi Amici" qui di seguito




Torna ai contenuti | Torna al menu