Cinema4Stelle

.       .

Vai ai contenuti

FILM > RECENSIONI

Posti in piedi in paradiso - Recensione
Posti in piedi in paradiso recensione
Recensione

recensione di F. Reforgiato
[recensione Posti in piedi in paradiso] - Sono passati ormai tanti anni dalle commedie cult come "Borotalco" e "Acqua e Sapone", Verdone ormai Ŕ un regista maturo e navigato che-a partire da "Compagni di Scuola"- ha sempre cercato di strappare la risata aggiungendo un velo di malinconia. "Posti in piedi in paradiso" Ŕ -indubbiamente- uno dei suoi lavori pi¨ riusciti degli ultimi 20 anni, anche grazie alla capacitÓ di sfruttare al massimo un ottimo cast (spicca la prova di Micaela Ramazzotti, probabilmente alla sua migliore interpretazione) e una serie di gag riuscite miscelate ad una dura realtÓ dei fatti che appare dannatamente verosimile. E' la storia di tre uomini falliti, con un passato "glorioso", che si ritrovano a convivere insieme per necessitÓ economiche, dettata anche dai loro precedenti matrimoni disastrosi e dal difficile rapporto con i figli. Ulisse (Carlo Verdone), una volta grande produttore musicale di successo, ha un negozio di musica "vintage" e una figlia mai accettata dall'ex-moglie, Fulvio (Pierfrancesco Favino), in precedenza stimato critico cinematografico, ha subito il declassamento a cronista di giornali "rosa" a causa di una scappatella con la moglie del capo (che ha decretato di fatto anche la fine del suo matrimonio), Domenico (Marco Giallini), una volta grande imprenditore e ora agente immobiliare che, per arrotondare (o meglio guadagnare), fa il gigol˛ per signore non pi¨ giovani e vive un rapporto molto difficile con i figli e con le ex mogli. Il film scorre molto bene, vive di una serie di situazioni a volte "crude" ma mai assurde (l'attrice Lolita che cerca di arrampicare la scala sociale, signore ricche e sole che cercano felicitÓ in una notte di sesso a pagamento) e riesce nell'intento di far pensare. Infatti i 3 personaggi principali, nonostante i grossi errori del passato,non sono persone "cattive", questo a dimostrazione che la carne Ŕ debole e le tentazioni molte, e a volte basta veramente poco per compromettere la propria vita. "Posti in piedi in paradiso" Ŕ un'ottima commedia, senza messaggi "zuccherosi" o retorica, i finali non sono risolutivi (al massimo "bene auguranti") e hanno il grande merito di esaminare aspetti della realtÓ poco toccati dal cinema italiano. (La recensione del film "Posti in piedi in paradiso" è di Federico Reforgiato)
- Vai all'archivio delle recensioni
- Lascia un commento o la tua recensione del film "Posti in piedi in paradiso" qui di seguito




Torna ai contenuti | Torna al menu