Cinema4Stelle

.       .

Vai ai contenuti

FILM > RECENSIONI

CAPODANNO A
NEW YORK - RECENSIONE
Capodanno a New York recensione
Recensione

recensione di F. Reforgiato
Quando arrivano le feste vi sentite come il GRINCH e non vedete l'ora che finiscano il pi presto possibile? Allora state alla larga da "Capodanno a New York", una commedia americana composta da diverse storie intrecciate dove a fare da padroni sono amore, speranza, perdono e seconde occasioni. Non sempre per un cast stellare (con diversi "camei" famosi aldil dei nomi nella locandina) che farebbe invidia a qualsiasi produzione e una buona colonna sonora (con 2 pezzi cantati da Jon Bon Jovi) sono sinonimo di successo assicurato. Fioccano le stelle vero, ma non tutte brillando come potrebbero (e dovrebbero): Robert De Niro (un malato terminale) e Michelle Pfeiffer (insicura e nevrotica donna di mezza et) sono sicuramente di un'altra categoria e si vede, ma il premio Oscar Hilary Swank (donna in carriera con il grande onore e onere di organizzare la festa di capodanno) ed Halle Barry (infermiera malinconica per il marito impegnato in guerra) appaiono un po' sottotono, per non parlare dell'idolo delle teenager Zac Efron, un fattorino dall'aspetto molto "patinato" e totalmente inverosimile in tutto il film. E se per assurdo Jon Bon Jovi, ottimo cantante ma mediocre attore nella stragrande maggioranza dei ruoli interpretati sul grande schermo fino ad ora, a regalare una buona prestazione (trovandosi a suo agio nei panni della rockstar Jensen, che torna a New York dopo un anno per riconquistare la donna da cui era fuggito), allora indubbiamente si poteva fare decisamente di pi. Ma anche vero che la sceneggiatura quella che , tutte le storie sono abbastanza banali ed facile prevederne l'epilogo. In buona sostanza "Capodanno a New York" semplicemente una commedia leggera, zuccherosa dall'inizio alla fine, un inno all'amore, ai buoni sentimenti e all'ottimismo e, quindi, un prodotto senza troppe pretese. Non vi aspettate di trovare un film all'altezza del cast, ma se il vostro scopo portare la famiglia a vedere una gradevole commedia natalizia allora "Capodanno a New York" quello che fa per voi. Pollice gi per la presenza "ingombrante" di numerosi sponsor (Nivea e Philips in primis), palesemente in mostra neanche fossimo in una televendita, carine le scene con gli errori degli attori durante le riprese nei titoli di coda finali. (La recensione del film "Capodanno a New York" è di Federico Reforgiato)
- Vai all'archivio delle recensioni
- Lascia un commento o la tua recensione del film "Capodanno a New York" qui di seguito




Torna ai contenuti | Torna al menu