Cinema4Stelle

.       .

Vai ai contenuti

E' morto il regista Alessandro Valori

 

(ANSA) - RECANATI (MACERATA) 11 SET - Il regista Alessandro Valori, 54 anni, è morto il 9/9, probabilmente stroncato da un infarto, mentre era a cena con alcuni amici in un ristorante di Recanati. Inutile il tentativo dei sanitari di rianimarlo. Nato nel 1965 a Macerata, Valori ha cominciato a lavorare nel cinema nel 1984 come assistente alla regia di Lina Wertmuller, collaborando poi, nel 1986, con Paolo e Vittorio Taviani. Nel 1991 ha co-sceneggiato 'Le città di Giacomo Leopardi' (un film tv in 4 puntate per la Rai). Nel 1991 ha fondato la società di produzione Notorius e ha diretto vari video musicali. Nel 2001 ha curato la regia del backstage del film di Marco Bellocchio 'L'ora di religione' e ha lavorato come primo aiuto regista di Sabina Guzzanti in 'Bimba'. Nel 2003 l'esordio alla regia con 'Radio West'. Nel 2008 è uscito 'Chi nasce tondo...' con Valerio Mastandrea e Sandra Milo. Nel 2016 'Come saltano i pesci', nel 2017 'Tiro libero' (2017). Lascia i fratelli, Federico e Alfonso, la moglie Carmen e un figlio.



DA VENEZIA A ROMA - XXV edizione

 

All’interno del progetto Il cinema attraverso i Grandi Festival torna la rassegna DA VENEZIA A ROMA, appuntamento conclusivo nonché il più atteso tra quelli organizzati da ANEC Lazio, iniziati a giugno con “Le vie del Cinema – Da Cannes a Roma” e proseguiti a settembre con “Locarno a Roma”. Evento particolarmente atteso dagli appassionati di cinema, l’iniziativa fa parte del programma dell’Estate Romana, è promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita Culturale e realizzata in collaborazione con SIAE, con il contributo della Regione Lazio per la promozione dei Fondi Europei. Organizzata da ANEC Lazio con la collaborazione di Fondazione Cinema per Roma I CityFest, la rassegna propone una selezione di titoli provenienti dalle varie sezioni della 76ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, tutti proiettati in versione originale con sottotitoli in italiano. Ampia e variegata l’offerta dei film in programma in questa edizione 2019 che, come ogni anno, ha tra i suoi obiettivi quello di rendere accessibile a tutti alcune opere cinematografiche di alto valore artistico, aprendo una finestra in anteprima nella Capitale sulle ultime tendenze del cinema italiano e internazionale. Oltre 40 titoli, nelle 11 sale coinvolte: a comporre il cartellone anche quest’anno, un’ampia selezione di film che, dall’11 al 24 settembre attraverseranno tutta la città di Roma, in un’ottica “itinerante” e coinvolgeranno numerosi quartieri, da Prati (Adriano, Eden, Giulio Cesare) a Trastevere (Intrastevere), da Pinciano (Savoy, Mignon e Caravaggio) al centro storico (Barberini, Farnese, Nuovo Olimpia), passando per Testaccio (Greenwich). Inoltre, come ogni anno, la programmazione della rassegna sarà arricchita da incontri con registi e protagonisti dei film presentati.



I MIGLIORI ANNI DELLA NOSTRA VITA di Claude Lelouch, al cinema dal 19 settembre

 

Dopo il grande successo all’ultimo Festival di Cannes, arriva in Italia il terzo, atteso e commovente capitolo della storia d’amore tra Anne e Jean-Louis, indimenticati protagonisti del pluripremiato Un uomo, una donna. Claude Lelouch torna a dirigere Anouk Aimée e Jean-Louis Trintignant, per riflettere sul mistero della vita e su quello dei sentimenti. I due protagonisti si sono conosciuti molto tempo fa: un uomo e una donna la cui abbagliante e inaspettata storia d’amore, catturata nel primo film diventato un cult, ha rivoluzionato il concetto universale dell'amore. I migliori anni della nostra vita sarà distribuito nelle nostre sale a partire dal 19 settembre da Europictures. Jean-Louis Duroc, un tempo campione a livello internazionale di auto da corsa, si trova ora in una casa di riposo. La sua memoria talvolta vacilla ma su un punto rimane stabile: il ricordo della storia d'amore vissuta 50 anni prima con Anne Gauthier. Il figlio Antoine ne è consapevole e decide di andarla a cercare per tentare di convincerla a incontrare suo padre.



"JESUS ROLLS - Quintana è tornato" di J. Turturro con B. Cannavale, A. Tautou e S. Sarandon

 

John Turturro torna a vestire i panni di Jesus Quintana, il campione di bowling più irriverente di sempre, già da lui interpretato nel cult Il Grande Lebowski dei fratelli Coen. In Jesus Rolls – Quintana è tornato, Turturro è anche regista e sceneggiatore. Jesus è al centro di una vicenda che lo vede parte di un trio di disadattati in fuga dalla legge, insieme a Bobby Cannavale (Boardwalk Empire - L'impero del crimine, Mr. Robot) e Audrey Tautou (Il favoloso mondo di Amelie, Coco avant Chanel - L'amore prima del mito). Il cast conta anche su altri attori come Susan Sarandon (Dead Man Walking - Condannato a morte, Il cliente), Jon Hamm (Mad Men, Ultimatum alla Terra), Sonia Braga (Donna Flor e i suoi due mariti, Il bacio della donna ragno) e sulla partecipazione straordinaria di Christopher Walken (Il cacciatore, Prova a prendermi). Jesus Rolls – Quintana è tornato sarà distribuito nelle sale italiane da Europictures a partire da giovedì 17 ottobre 2019. John Turturro torna a vestire i panni di Jesus Quintana in una commedia irriverente in cui un trio di disadattati (John Turturro, Bobby Cannavale e Audrey Tautou) si troverà a fare i conti con un parrucchiere armato di pistola. Il loro viaggio si trasformerà presto in una fuga continua - dal folle parrucchiere, dalla legge e dalla società - durante la quale si svilupperà una particolare dinamica, che da amicizia accidentale evolverà in una storia d'amore fuori dagli stereotipi convenzionali...



EFEST: cinema diVino e territorio Dal 13 al 15 ottobre a Napoli

 

EFEST: cinema diVino e territorio è il primo Festival dedicato al Cinema e al Corto d’autore che mette al centro la fascinazione del vino. Dal 13 al 15 ottobre, tra vigne, cantine e spazi museali avranno luogo proiezioni, incontri, workshop e seminari intorno al binomio cinema e vino con un obiettivo chiaro: promuovere il talento giovanile e il cinema documentaristico con attenzione ai valori del territorio. EFEST è al tempo stesso Contest per giovani video-makers e rassegna cinematografica. Promosso da C.e.T.r.A srl (Cinema e Teatro di Ricerca applicata) con la direzione artistica di Sandro Dionisio, regista, drammaturgo e docente all’Accademia di Belle Arti di Napoli, EFEST è realizzato in sinergia con Wine&Thecity, la rassegna diffusa che dal 2008 celebra l’ebbrezza creativa in tutte le sue forme. Il Festival tocca tre location emblematiche del territorio: le vigne delle Cantine Astroni, gli Archivi Mario Franco presso Casa Morra -Fondazione Morra e il Pan Palazzo delle Arti di Napoli. Nelle vigne delle Cantine Astroni, nella conca di Agnano, si apriranno i lavori domenica 13 ottobre. Il regista Romano Montesarchio incontra i cinque giovani cineasti selezionati nelle scuole di cinema in Italia per il workshop “Come nasce e come si realizza un documentario”. I giovani video makers si sfideranno nel realizzare appunti per corti e documentari sui luoghi e i sensi del vino. All’autore del miglior lavoro verrà data la possibilità di produrre il proprio progetto cinematografico. Presso l’Archivio Mario Franco, negli spazi di Casa Morra, si terranno nella giornata di lunedì 14 ottobre incontri (con Nando Vitali e Oreste Lanzetta) e proiezioni per la sezione “Cinema di Vino” dedicata ai film e cortometraggi internazionali dedicati ai territori e all’universo vino. Martedì 15 ottobre il Pan, Palazzo delle Arti di Napoli, accoglierà la serata finale: il regista Gianfranco Pannone incontrerà il pubblico, seguiranno le proiezioni dei lavori realizzati dai giovani video makers durante il workshop e la premiazione del miglior lavoro selezionato dalla giuria presieduta dal regista e sceneggiatore Mimmo Calopresti, e composta da Marino Niola antropologo, Mario Franco regista e studioso di cinema, Titta Fiore giornalista e presidente della Film Commission Regione Campania. EFEST dà spazio anche alla fotografia con il Contest per il Miglior scatto che valorizza la vigna e il vino: l'immagine diverrà la locandina per l'edizione successiva del festival. Efest celebra Efesto, la divinità che ha introdotto la cultura della vite nella storia dell’umanità e coniuga a partire dal titolo i concetti di festa e festival >, spiega Sandro Dionisio. La rassegna, con la partecipazione e il contributo di autorevoli registi italiani si pone l’obiettivo ardito ma necessario di valorizzare e promuovere il talento giovanile e il cinema documentaristico con particolare attenzione ai territori vulcanici nelle loro diverse espressioni e al bere consapevole. Efest è un progetto realizzato con il Patrocinio e la collaborazione del Comune di Napoli Assessorato alla Cultura e al Turismo e con la collaborazione di Accademia di Belle Arti di Napoli, Film Commission Regione Campania, Centro Sperimentale di Cinematografia, Fondazione Morra, Wine&Thecity, e con il supporto dell’Associazione Italiana Sommelier Delegazione di Napoli. È gemellato con le principali rassegne internazionali sul tema: Wine Film Festival (Santa Barbara, California, USA), Wine Vero Beach Festival (Orlando, Florida, USA), Oenovideo (Bordeaux, Francia), Wine Country Film Festival (California, USA), Wine & Flavors Film Festival (Lisbona, Portogallo), VinoKino (Helsinki, Finlandia), Grossmann Film and Wine Festival (Slovenia).



 


Torna ai contenuti | Torna al menu