Cinema4Stelle

.       .

Vai ai contenuti

Rassegna italiana di teatro "Il Teatro come non lo avete mai visto"

 

Il Teatro come non lo avete mai visto: questo è il nome della prima rassegna italiana di teatro interattivo che il 15 dicembre, il 12 gennaio, il 23 febbraio, il 13 aprile, il 25 maggio vedrà al Teatro dell’Orologio di Roma, pubblico, allievi d’eccellenza e ospiti internazionali incontrarsi per dare vita a dei veri e propri eventi unici. Prodotta da La SITI - Scuola Internazionale di Teatro all’Improvviso, la rassegna ospita spettacoli completamente interattivi che coinvolgono il pubblico, fin da quando appare la pubblicità dello spettacolo: creando campagne pubblicitarie teaser, inserendo indizi nelle locandine, lasciando al pubblico che vuole giocare, moltissime possibilità di divertirsi dal lancio del progetto, alla sua messa in scena nella quale sono chiamati a partecipare in prima persona. Un gioco unico, irripetibile e imperdibile. Usando con perizia l’improvvisazione teatrale come strumento narrativo, per interagire con il pubblico nella creazione di show che omaggia anche grandi artisti e maestri dello spettacolo da Tarantino a Walt Disney a Hitchcock, i singoli spettacoli vengono creati, provati, realizzati di mese in mese, promossi con campagne innovative e portate in scena un’unica volta, interagendo con gli spettatori stessi: una delle più antiche tecniche di messa in scena (l’improvvisazione teatrale), servita dal più innovativo dei sistemi produttivi. Il tutto, arricchito dalla presenza di attori nazionali e internazionali di grande successo e guidato da due giovanissime artiste, attrici e creative (classe 1990) che negli ultimi anni si sono fatte conoscere sulla scena italiana teatrale e web. Esattamente in quest’ordine, perchè il paradosso è proprio qui: Giorgia Gigia Mazzuccato e Beatrice Alonzi, a differenza di ciò che ci ha insegnato la recente storia, non sono fenomeni del web prestati al teatro, bensì il contrario. Sono attrici e autrici “fatte” che hanno fatto dei social un modo per comunicare e rafforzare il teatro stesso. Giorgia Mazzucato, classe ’90, attrice, autrice e regista; allieva, fra gli altri, di Dario Fo, Franca Rame, Marco Baliani. Arrivata da poco nella capitale, si sta velocemente facendo sentire: finalista al Roma Fringe Festival 2015, vincitrice del Premio Off nel 2016, del Gran Premio dello Spirito e del premio per il Miglior Spettacolo del Teatro a l’Avogaria di Venezia, è ora fondatrice di SITI insieme a Maria Beatrice Alonzi (già viste insieme in successi web e televisivi come Sesso&Calcio). Proprio grazie all’esperienza nella comunicazione multimediale di Beatrice Alonzi (creatrice di fenomeni media come Estetista Cinica e i Live di Periscope), SITI sforna con i suoi allievi e con i suoi attori un virale dopo l’altro; fra gli ultimi, la campagna contro l’auto-giudizio #ballarecomeuncretino in collaborazione con la National Gallery di Londra e la Mappa dei Teatri Metropolitana promossa dall’ufficio comunicazione del Comune di Roma e Roma Capitale. Il Teatro come non lo avete mai visto al Teatro dell’Orologio: dopo i successi e i sold out di Login, in cui il pubblico ha inventato e eliminato personaggi-profili da vedere sul palco (ospite speciale una star internazionale del calibro di Patti Stiles) e Claustrophobia, omaggio al Maestro Pirandello con una pièce intensa e drammatica in cui gli spettatori hanno deciso segreti e dolori dei tre personaggi viventi la scena, il prossimo appuntamento il 15 dicembre sarà con 8: uno spettacolo temerario in cui ciascuno degli otto attori in scena, chiederà al pubblico divertenti e improbabili informazioni per creare un’unica, inaspettata, irripetibile storia.



Roja protagonista in uno zombie movie

 

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Ultimi giorni di lavorazione per Alessandro Roja protagonista dello zombie movie, 'In un giorno la fine'. Film horror in cui si mescolano azione e dramma psicologico è l'opera prima di Daniele Misischia. Nel cast anche Euridice Axen, Claudio Camilli, Benedetta Cimatti. Claudio, un importante uomo d'affari, cinico e narcisista (Roja), una mattina, andando in ufficio per concludere un importante lavoro per la sua azienda, rimane bloccato in ascensore a causa di un guasto. Purtroppo però quel guasto sarà solo l'inizio. Un virus letale sta trasformando le persone in zombie, infetti dall'istinto omicida. Bloccato tra due piani e intrappolato in una gabbia di metallo, con gli infetti che fanno di tutto per entrare e massacrarlo, Claudio dovrà fare affidamento esclusivamente sul suo istinto di sopravvivenza per uscire da quell'inferno. Il film è prodotto da Mompracem srl, (la neonata società che vede insieme i Manetti bros, la tedesca Beta e Madeleine) e Rai Cinema. Il film è girato a Roma.



Ferretti, da Diabolik a The Irishman

 

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - "Ogni nuovo lavoro rappresenta una sfida, ormai sono abituato". Lo dice sorridendo Dante Ferretti, il grande scenografo tre volte premio Oscar (insieme alla moglie Francesca Lo Schiavo), che a Roma ha ricevuto la laurea ad honorem in architettura dell'Università La Sapienza. Dopo le scenografie per Silence di Martin Scorsese ("La fatica maggiore? Ricostruire il Giappone feudale e realizzare 2000 costumi"), Ferretti firmerà anche quelle della nuova opera del cineasta, The Irishman: "Ne abbiamo parlato, vedremo quando iniziare". Sulla trama non rivela nulla, ma il sito specializzato imdb spiega che è la storia di Frank Sheeran, killer della mafia (lo interpreterà Robert De Niro), coinvolto nell'omicidio del sindacalista Jimmy Hoffa (Al Pacino). Ferretti sta inoltre lavorando a Cinecittà alla serie tv per Sky su Diabolik: "Il regista penso sia stato scelto ma non è ancora stato ufficializzato". Sue anche le scene dell'opera rock 'Divo Nerone', in scena la prossima estate alla Domus Aurea.



A.G.& G. tre vecchietti in fuga a Natale

 

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Aldo, Giovanni e Giacomo sono tre vecchietti 'In fuga da Reuma Park', il nuovo film in sala dal 15/12 con Medusa in oltre 600 copie. Cinepanettone nostalgia con i tre comici che celebrano 25 anni di carriera in una sorta di amarcord geriatrico che li vede ormai anziani e gettati in una sorta di parco-ospizio dove si ritrovano pieni di acciacchi a ricordare il passato. Tutto inizia con Aldo, vecchietto, abbandonato come un pacco a Reuma Park dai figli, gemelli omozigoti (Ficarra e Picone), solo dopo aver scoperto che non mancheranno di percepire ancora la sua pensione. Impianto teatrale, rumoristica da avanspettacolo, citazioni di film e spezzoni dei loro spettacoli (tra cui lo sketch-cult di Pdor, figlio di Kmer) per raccontare una storia semplice che si svolge alla vigilia di Natale. "Sono passati 25 anni ma non noi siamo cambiati affatto, abbiamo sempre la stessa impronta comica. Le citazioni dei nostri spettacoli teatrali che sono nel film - dice Giovanni - fanno parte della nostra storia".



All'asta copione personale Marilyn

 

(ANSA) - NEW YORK, 14 DIC - Sarà messo all'asta il copione personale di Marilyn Monroe del suo ultimo film. 'Something's Got to Give', del 1962, è stimato almeno 20 mila dollari, tuttavia Marilyn morì prima di completarne le riprese. Nelle 149 pagine di copione sono ben visibili le annotazioni fatte a mano dalla stessa attrice. In particolare, Marilyn scrisse su 42 pagine con matita e penna verde. Si trattava per lo più di commenti sui dialoghi che interessavano la sua parte. Da uno dei commenti si evince il suo disappunto per la mancanza di frasi divertenti. Secondo il Los Angeles Times, all'epoca dell'inizio delle riprese, Marilyn mancava dal set da 18 mesi. Tuttavia a causa del suo completamento indisciplinato e le continue assenze, la produzione decise di licenziarla. Due mesi dopo fu reingaggiata e una settimana dopo fu trovata morta nel suo appartamento per un'overdose.



 


Torna ai contenuti | Torna al menu