Cinema4Stelle

.       .

Vai ai contenuti

Il Rodin di Jacques Doillon affonda a Cannes

 

(ANSA) - CANNES, 25 MAG - Come una nave in tempesta, l'atteso 'Rodin' di Jacques Doillon, film che batte bandiera francese, lentamente affonda alla prima proiezione stampa. Opera in concorso di un regista che ha all'attivo circa trenta opere (Un enfant de toi, Mes seances de lutte), 'Rodin', interpretato da Vincent Lindon, ha raccolto un'accoglienza fredda e anche un lento svuotarsi della sala. Eppure la storia non solo metteva in campo un'icona dell'arte mondiale come lo scultore de Il pensatore, ma aveva anche come volano la sua tragica storia d'amore con Camille Claudel (Izia Higelin). Eppure nessuna emozione nei 119 minuti del film, ma solo molto noia nel vedere Lindon, maniacalmente alla prese con le sue sculture. Impasta di continuo, aggiunge creta, toglie creta, studia le opere, prova, disegna, assembla, fa e disfà nel suo grande studio. Molte scene poi con modelle nude, con le quali spesso lo scultore aveva avventure (era famoso per la sua rapacità sessuale), e poi la sua vita ordinaria con la moglie Rose Beuret (Severine Canneele) che non lascerà mai. Il rapporto con Claudel, prima sua assistente, poi sua amante 'amata', viene compromesso proprio da questa sua incapacità di lasciare la moglie. Claudelle, prima adorante e allieva dotata, a cui sembra Rodin abbia rubato più di un'idea, alla fine lo lascia per intraprendere la sua vita d'artista autonoma fino ad impazzire nella sua ultima parte della sua esistenza. Nel lavoro di Doillon, Rodin ha appena superato i quarant'anni. Proprio l'eta in cui incontra Camille Claudel. Tra i due nascerà un rapporto che durerà dieci anni e stravolgerà la loro esistenza. Al centro della sua avventura artistica in quegli anni, invece la contestata statua di Honore de Balzac, ritenuta all'epoca troppo rivoluzionaria, blasfema. "Doveva essere un documentario questo Rodin. Ero stato contattato per questo, ma poi la cosa mi ha preso la mano e ho pensato che ne avrei voluto fare una fiction" spiega il regista. Sulla dimensione fisica e sensuale della figura di Rodin come della sua opera, spiega Doillon: "spesso al cinema le stesse parole e i corpi non esprimono più di tanto, mi appaiono a volte cose morte. Ho sempre voluto che i corpi dei miei personaggi parlassero di più. Bisogna dire che in questo caso bisogna girare con degli attori capaci di far parlare il loro corpo. Se poi ci si avvicina a Rodin e alla sua fisicità creativa, questa cosa vale anche di più''.



Huppert-Kidman, sostenere donne cinema

 

(ANSA) - CANNES, 25 MAG - "70 anni di Cannes e una solo Palma d'oro ad una donna. No Comment": Isabelle Huppert smonta il rito delle celebrazioni di Cannes e davanti alla platea delle stelle nella serata storica dell'edizione 2017 parla chiaramente. Il tema delle poche donne registe non è nuovo, né scopriamo ora che Jane Campion è l'unica ad averlo vinto con Lezioni di Piano, 1993 ma se ne parla molto e a tutti i livelli, anche con il summit Women in Motion che ha visto quest'anno intervenire tra le altre Robin Wright, Isabelle Huppert, Salma Hayek Pinault, Diane Kruger. "Si tratta di un discutibile record in tema di parità di genere" spiega. Nicole Kidman ha ripreso con forza l'argomento e durante la conferenza per L'inganno di Sofia Coppola, uno dei 3 film in concorso diretti da donne, ha criticato pesantemente Hollywood e il poco spazio alle cineaste donne. "L'unica cosa da fare è essere noi stesse donne a supportare il cinema delle donne, ed è quello che io sto facendo con impegno. Si sente dire ora è diverso, ma non è così".



Colin Farrell, donne non vi temo

 

(ANSA) - CANNES, 25 MAG - "Sono stato cresciuto dalle donne, mia madre e le mie due sorelle e so come relazionarmi in un universo tutto femminile", dice Colin Farrell, protagonista dell'Inganno di Sofia Coppola. L'irlandese Farrell (visto quest'anno al cinema in Animali Fantastici e dove trovarli) e' in concorso per il premio per la migliore intepretazione maschile in due film, entrambi avendo curiosamente accanto la stessa attrice, Nicole Kidman. Oltre all'Inganno oggi in concorso e' infatti anche il cardiochirurgo che perde violentemente il controllo in The Killing of a Sacred Reed di Yorgo Lanthimos. "Ho trovato semplice il ruolo che ero chiamato ad interpretare, non temo le donne - scherza - e poi c'era Sofia con la sua messa in scena elegante, il suo senso estetico, che sapeva muoversi con creatività tra tenerezza e compassione portandoti al dramma finale".



Coppola, donne-uomini rapporto di forza

 

(ANSA) - CANNES, 25 MAG - Metti un uomo in un gruppo di donne e guarda cosa può accadere: con lo sguardo di un entomologo Sofia Coppola rappresenta un universo femminile chiuso, all'apparenza perfetto, prima disgregato e poi ricomposto, quando un elemento estraneo ci capita dentro, azione e reazione come fosse biologia molecolare. E' L'Inganno, l'atteso film della regista di Lost in translation che è tornata in concorso al festival di Cannes per la seconda volta nella sua carriera dopo Marie Antoinette, 11 anni fa. E con un cast di all star con Colin Farrell, Nicole Kidman, la sua attrice feticcio Kirsten Dunst (sin dal Giardino delle Vergini Suicide), Elle Fanning , per questo film remake di Les Proies di Don Siegel con Clint Eastwood protagonista (1971), in sala con Universal il 14 settembre, adattamento del romanzo The Beguiled di Thomas Cullinan.



Tom Cruise rivela, Top Gun 2 si farà

 

ANSA - 'Top Gun', arriva il capitolo secondo. A rivelarlo è lo stesso Tom Cruise durante un'intervista tv in Australia. "E' vero - ha detto l'attore - probabilmente inizierò le riprese l'anno prossimo. Si farà davvero. Siete le prime persone a cui lo sto dicendo". Nel 1986 'Top Gun' diretto da Tony Scott, fu il film che incassò di più e grazie al quale Tom Cruise, nei panni del pilota Pete 'Maverick' Mitchell, divenne una star internazionale. Era da tempo che l'attore e Jerry Bruckheimer parlavano di un sequel, l'idea ha cominciato a concretizzarsi nel gennaio del 2016 quando il produttore tweettò una foto con Cruise dopo un incontro per parlare del progetto. E dopo la notizia di un Top Gun 2, Twitter si è scatenato su possibili trame, in alcuni casi con non poca ironia. Così c'è chi lo vede ambientato al Pentagono cercando di capire perché ci vuole tanto per completare gli F35, oppure qualcuno immagina Cruise come un paladino che difende i passeggeri su aerei United dagli assistenti di volo cattivi.



   


Torna ai contenuti | Torna al menu