Cinema4Stelle

.       .

Vai ai contenuti

Dal 25 marzo riapre, rinnovato più che mai, Cinecittà World

 

24 marzo 2017, Roma. All’Auditorium del Palazzo delle Esposizioni, si è svolta nella mattinata di ieri, la conferenza stampa di presentazione della stagione 2017 di Cinecittà World, che si aprirà ufficialmente il 25 marzo. Alla conferenza stampa sono intervenuti nell'ordine, il Presidente Roberto Bosi, l'Assessore dello sviluppo Economico, Turismo e Lavoro Adriano Meloni (M5S), e l’Amministratore Delegato Stefano Cigarini che, con slides e video, ha illustrato Cinecittà World e la nuova stagione. Quello che ha messo subito in chiaro Cigarini, è che il parco, oltre a far divertire, vuole far “sognare” gli ospiti che vi entreranno «Stiamo lavorando a un modello di Experience Park, dove l’ospite può toccare con mano quello che realmente vede al cinema o in TV… a Cinecittà World entri in un film, in un programma televisivo, in un cartone animato.». A seguire, sempre attraverso le slides, Cigarini ha chiarito le nuove attrattive. Ci saranno 26 attrazioni, di cui 10 novità, liberamente ispirate a grandi film (La guerra dei mondi, Ben Hur, Harry Potter, Indiana Jones, The Aviator, U-571, ecc.), 7 show live, tra cui spettacoli di balli, di magia, di horror. Infine, ha elencato gli eventi speciali, che si terranno da marzo a fine ottobre. Dal 25 Marzo in poi, insomma, “gli ospiti saranno immersi grazie ai grandi set, alle nuove tecnologie, come la realtà virtuale, alle produzioni e agli eventi in calendario, in ambienti e storie che fino ad oggi si guardavano solo al cinema o in TV”. Oltre 200 le sculture ospitate, tratte da 30 film, da fiction di successo come The Young Pope, I Medici, La Piovra, Gomorra, i Borgia ed Elisa di Rivombrosa, da spot e trasmissioni TV. Sono stati notevolmente abbassati i prezzi dei biglietti, rendendoli open, cioè validi tutti i giorni: il pomeridiano a 12 €, il ridotto (fino a 10 anni e over 65) a 18, l'adulto a 24 €, l'abbonamento annuale o il pacchetto 2 giorni al parco + hotel entrambi a 39 €. Per maggiori informazioni su orari, su come raggiungere il parco e per i prezzi: www.cinecittaworld.it



Cinema: il docu "Rolling Stones Olé Olé Olé! il 10 aprile al cinema con Wanted

 

Milano, 23 marzo - Le immagini elettrizzanti del tour latinoamericano dei Rolling Stones saranno protagoniste nei cinema d’Italia il 10 aprile con le proiezioni del documentario The Rolling Stones Olé Olé Olé! Viaggio in America Latina di Paul Dugdale (UK, 2016, 105’) distribuito da Wanted Cinema. Il documentario di Dugdate segue il tour dei Rolling Stones nei primi mesi del 2016 attraverso dieci città latinoamericane e concluso con un concerto all'aperto all'Avana, Cuba, dove la band si è esibita per la prima volta. Un road movie che celebra il potere rivoluzionario del “rock” in modo divertente e indagatore. Entusiasmanti performance dal vivo si mescolano ad uno sguardo intimo e ravvicinato nel mondo della leggendaria band. Il film racconta il tour, la cultura locale e il legame unico che esiste tra i popoli dell'America Latina e i Rolling Stones e combina le vibranti riprese dal vivo con altre più intime che ci portano nel cuore di uno dei più importanti gruppi musicali del mondo, parte integrante della storia della musica internazionale degli ultimi decenni. Il film è stato proiettato alla Festa del cinema di Roma e alla 56/esima edizione del Festival dei Popoli.



“Power Rangers” evento speciale di apertura in anteprima nazionale a Cartoons on the bay

 

Sarà Cartoons on the bay, il Festival Internazionale dell’animazione Crossmediale e della Tv dei Ragazzi che si svolgerà a Torino dal 6 all’8 aprile 2017 ad ospitare come Evento Speciale di Apertura, l’anteprima nazionale di “Power Rangers”, il film che uscirà il prossimo 6 aprile nelle sale grazie a Leone Film Group e distribuito da 01 Distribution. L’appuntamento è per Mercoledì 5 aprile alle 18.30 al Cinema Ambrosio di Torino per la grande anteprima del film che segna la nascita di una generazione di Rangers, moderna e tecnologica, pronta ad appassionare i ragazzi di tutto il mondo, proprio come accadde con la serie tv che divenne un vero e proprio fenomeno mondiale negli anni 90. Power Rangers racconta la storia di cinque normalissimi teenager che, nel momento in cui scoprono che la cittadina di Angel Grove e il Mondo intero sono sul punto di essere distrutti da una temibile minaccia aliena, dovranno unire le proprie forze per trasformarsi in qualcosa di straordinariamente potente: i Power Rangers. Prescelti dal Destino, i cinque giovani eroi si renderanno ben presto conto di essere gli unici in grado di salvare le sorti del Pianeta.



Shirley MacLaine in Adorabile Nemica

 

Un premio Oscar (e altre cinque nomination), cinque Golden Globe, due Coppe Volpi a Venezia e due Orsi d'Argento alla Berlinale (più un Orso d'oro alla carriera): regina incontrastata da oltre cinquant’anni delle migliori commedie di Hollywood (da L'Appartamento a Voglia di tenerezza), Shirley MacLaine fa il suo ritorno sul grande schermo in Adorabile nemica, nei panni di Harriet Lauler, milionaria dispotica e irresistibile, abituata a controllare tutto quello che la circonda, persone comprese. Un giorno Harriet decide di voler controllare anche quello che si dirà di lei dopo la sua morte: perfino il suo elogio funebre deve essere di suo gradimento! Incarica quindi Anne (Amanda Seyfried), una giovane giornalista con ambizioni letterarie, di scrivere la sua storia, con conseguenze divertenti e imprevedibili. Nascerà un’amicizia sincera, buffa e conflittuale, tra due donne forti e libere. “Adorabile nemica è scritto in gran parte dal punto di vista di una donna nata in un’epoca in cui non c’era spazio per le donne nel mondo degli affari”, spiega la protagonista Shirley MacLaine, autentica leggenda della storia del cinema: “A quei tempi, se una aspirava al successo, doveva avere un polso di ferro e comandare tutti a bacchetta. Per questo motivo il mio personaggio si comporta in quel modo, ma al tempo stesso riesce a essere molto divertente. Lei sa di aver dato sui nervi a molte persone nel corso della sua vita e malgrado ciò vuole comunque essere ricordata bene. Il film racconta inoltre il rapporto tra due donne che, grazie al reciproco incoraggiamento, diventano capaci di affrontare situazioni e sentimenti come mai prima avrebbero saputo. E, soprattutto, entrambe finiscono per conoscere meglio se stesse”.



Cinema in lutto, è morto "Er Monnezza" Tomas Milian

 

E' morto mercoledì, a Miami, Tomas Milian nome d'arte di Tomas Quintin Rodriguez Milian. L'attore, 84 anni, era nato a Cuba, a L'Avana, il 3 marzo 1933. Viveva da molti anni negli Usa ma era noto soprattutto in Italia, nonostante avesse lavorato con Lattuada o Visconti, per la sua partecipazione in western e nei film polizieschi dove impersonava l'ispettore Nico Giraldi e il poco onesto ma romanissimo Sergio Marazzi, detto "Er Monnezza". L'attore è stato trovato nella sua abitazione di Miami, alle 23 ora locale. La morte è avvenuta per ictus, come ha raccontato all'Ansa la sua amica Monica Cattaneo che ha aggiunto: "La settimana scorsa, l'ultima volta che ci siamo sentiti, mi chiedeva di riportarlo a Roma perché aveva deciso che voleva vivere a Roma gli ultimi anni della sua vita e morire nella città che aveva visitato l'ultima volta quando era stato premiato alla Festa del cinema di Roma". Non si hanno ancora notizie dei funerali ma l'attore aveva espresso la volontà di essere cremato. La moglie Rita Valletti era morta nel 2012, lascia il figlio Tommaso che vive a New York. Tomas Milian è conosciuto nel nostro Paese soprattutto come protagonista di film polizieschi all'italiana a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta. Indimenticabili i personaggi come il maresciallo (poi ispettore dal 1981) di polizia Nico Giraldi e Sergio Marrazzi, alias "Er Monnezza", ladruncolo romano. GLI ESORDI E LA COPPIA MILIAN-CARDINALE - Nato a Cuba nel 1933, nel 1957 emigrò negli Stati Uniti dove cominciò i suoi primi lavori a Broadway. Nel 1959 trovò però fortuna dall'altro dell'Oceano, in Italia, quando venne scelto dal regista Mauro Bolognini per il film "La notte brava". Negli anni Sessanta lavorò con registi del calibro di Alberto Lattuada, Valerio Zurlini, Luchino Visconti e Pier Paolo Pasolini. A questo periodo della sua carriera appartengono i ruoli interpretati in coppia con Claudia Cardinale, in opere quali "I delfini" e "Il bell'Antonio" del 1960, "Gli indifferenti" del 1964, e "Ruba al prossimo tuo" di Francesco Maselli del 1968. LA CARRIERA MUSICALE - Milian provò anche a sfondare nella musica. Nel 1966 formò infatti una piccola band la "Tomas Milian Group", composta da sei giovani romani con cui pubblicò i singoli come "La Piazza", "Presto presto scusa scusa" e "Un libro". IL SUCCESSO CON I POLIZIOTTESCHI - La fama arrivò negli anni Settanta grazie ai polizieschi all'italiana: "La polizia accusa: il Servizio Segreto uccide" di Sergio Martino, con Luc Merenda e Mel Ferrer; "Roma a mano armata" con Maurizio Merli; "Il giustiziere sfida la citta'"; "Milano odia: la polizia non può sparare" con Henry Silva e Ray Lovelock e "La banda del gobbo". A cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta si dedica anche a film della commedia erotica come "40 gradi all'ombra del lenzuolo". IL SECONDO PERIODO IN ITALIA - Per oltre vent'anni si prende una pausa dall'Italia e riparte per gli Stati Uniti, in Florida, dove si dedica al teatro. Nel 2011 torna però in Italia, per girare "Roma Nuda" di Giuseppe Ferrara. Nel 2014 è protagonista del documentario "The Cuban Hamlet - Storia di Tomas Milian", diretto da Giuseppe Sansonna, nel quale ritorna dopo 58 anni nella sua Cuba.



   


Torna ai contenuti | Torna al menu